Cure dentistiche per i bambini con malattie cardiache

  • Posted on: 15 December 2015
  • By: rms_admin

Esiste una stretta relazione tra l’igiene orale e i disturbi cardiaci. E’ stato dimostrato che  le malattie gengivali croniche possono rappresentare una determinante nello sviluppo di disturbi cardiaci.
I batteri che causano infezioni gengivali possono finire nel sangue, aderendo ai depositi di grasso all’interno dei vasi sanguigni, causando un’infezione al cuore chiamata  “endocardite infettiva”.
L’endocardite infettiva è una malattia molto grave che richiede il trattamento in ospedale con antibiotici per molti giorni.
Inoltre, chi ha disturbi cardiaci è spesso soggetto a maggiore prevalenza di malattie gengivali a causa dei farmaci che assume quotidianamente e che possono destabilizzare l’equilibrio della cavità orale.

Pertanto la cura dei denti dei bambini con malattie cardiache è ancora più importante che in bambini sani.
Per evitare tali infezioni indesiderate e le loro conseguenze, la Società Spagnola di Cardiologia Pediatrica e cardiopatie congenite raccomanda una serie di semplici consigli:
La pulizia dei denti. I denti dovrebbero essere lavati dopo ogni pasto. Nei bambini molto piccoli, quando inizia la dentizione (tra i 6 ei 16 mesi di età), si raccomanda di pulire la bocca una volta al giorno con una garza imbevuta di acqua e bicarbonato. Il momento migliore è la sera prima di metterli a letto. Quando hanno più denti (verso i 2 anni) si deve utilizzare uno spazzolino morbido e i genitori devono aiutare il bambino finché non sia autonomo  (7 anni circa). Quando il bambino è più grande, si può aggiungere l’utilizzo del filo interdentale per completare la pulizia dei denti.

Fluoro. È preferibile utilizzare un dentifricio al fluoro, ma una piccola quantità. E’ importante insegnare al bambino a sputare il dentifricio, perché ingerire il fluoro può fargli male. Finchè il bambino non sa sputare il dentifricio e deglutire, è opportuno utilizzarne un dentifricio senza fluoro. Tutti i bambini hanno bisogno di fluoro per prevenire la carie. In generale, l’acqua del rubinetto che beviamo ne contiene a sufficienza ma è necessario assicurarsi di questo chiedendo al vostro dentista.
Il cibo. E’ opportuno scegliere alimenti che siano senza zucchero. Ricordate che frutta e verdura sono meglio di caramelle e biscotti. Se i bambini mangiano cioccolatini e caramelle, è molto importante pulire i denti subito dopo. Evitate anche le bevande zuccherate, come succhi e bibite. E ‘meglio insegnare loro a bere acqua e succhi di frutta freschi.
Bottiglie e ciucci. Evitate di abituare il bambino ad andare a letto con il biberon di latte. Usate l’acqua o la camomilla non zuccherata. Latte, succhi di frutta e bevande dolci contengono zucchero, e causano carie. Se si utilizza il ciuccio, non immergetelo nel dolce (zucchero, miele, latte condensato …) in quanto questa è una causa molto comune di carie nei bambini. Intorno al primo anno e si dovrebbe insegnare al vostro bambino a bere dal bicchiere.

Il dentista. E ‘molto importante che il vostro dentista conosca  il problema al cuore del vostro bambino. In generale, il dentista  dovrebbe vedere il vostro bambino tra 1 e 2 anni. In questa prospettiva, il dentista farà una rassegna completa di denti del bambino e consigliarvi su come mantenere una bocca sana. Un bambino con problemi di cuore, dovrebbe essere visto dal dentista almeno due volte l’anno. Il dentista può consigliare di sigillare i denti del bambino, pratica che consiste nel mettere un materiale plastico per indurire i denti e proteggerli. In genere si fa dopo 6 anni, ed è come una barriera che protegge l’infezione dente.
RmS